La fondatrice del gruppo ‘Silvio ci manchi’ sotto inchiesta per attestazioni false

Emanuela Romano

INDAGATA EMANUELA ROMANO DI ‘SILVIO CI MANCHI’ – Emanuela Romano aveva avuto il suo momento di gloria nel 2006 quando, in tandem con Francesca Pascale, aveva fondato il gruppo ‘Silvio ci manchi’ a sostegno del premier Silvio Berlusconi, allora all’opposizione.

Ora si torna a parlare di lei per una vicenda giudiziaria: la Romano, che è stata assessore nel Comune di Castellammare di Stabia e che da più di un anno fa parte del Comitato campano delle comunicazioni, è infatti finita sotto inchiesta per attestazioni false.

Stando a quanto si apprende, Emanuela Romano avrebbe riportato informazioni non vere in un’autocertificazione: quando si è cadidata per ottenere un posto all’interno del Corecom (Comitato regionale comunicazioni), nel modulo la ragazza avrebbe dichiarato di non ricoprire alcuna carica legalmente incompatibile con quella a cui aspirava. Ma non era così, poiché allora era ancora assessore. Le indagini sono partite dalla denuncia presentata da un’altra persona che aspirava ad ottenere una poltrona in Corecom e riguardano anche un altro membro del Comitato stesso: si tratta di Andrea Palumbo, a sua volta indagato per attestazioni false.

T.D.C.