“Noi credevamo” di Mario Martone forse su Rai3

Mario Martone

MARIO MARTONE – Il film di Mario Martone sul Risorgimento italiano “Noi Credevamo”, potrebbe essere trasmesso su Rai3 il prossimo autunno. Doveva andare in onda su Rai1 in due puntate, ma il direttore della terza rete Paolo Ruffini lo ha richiesto al coordinamento del palinsesto. ”A me Rai3 va benissimo” fa sapere Martone,  che a proposito della decisione di mandare in onda in tv il suo film aveva già dichiarato: “Non ho mai trovato limitativo il fatto che Noi credevamo avesse una destinazione anche televisiva, né ho mai abbassato il tiro pensando alla tv, ci sono esempi illustri di cinema in tv da Twin Peaks a Heimat, da Alexanderplatz a Rossellini. Ma sono consapevole – ammette – che è un film complesso, volutamente radicale”.

Intanto il regista si prepara ad essere presente nella giuria della Mostra del cinema di Venezia 2011: “Non si possono fare battaglie di bandiera, però sono sicuro che avrò uno sguardo attento al cinema italiano, una valutazione che prima di tutto sarà attenzione e spero di essere in buona compagnia”.

Per “Noi credevamo”, che ha fatto incetta di premi di ogni tipo negli ultimi concorsi e festival dedicati al cinema italiano, è partita anche una campagna per proporne la candidatura per l’Italia agli Oscar; a lanciare l’appello è in particolare lo staff dell’ “Ischia Global Film Fest” –  in svolgimento dal 10 al 17 luglio – che oggi assegnerà a Martone, ospite dell’evento, l’“Ischia Award 2011” (a premiarlo i registi Paul Haggis e Terry Gilliam): “Siamo orgogliosi di omaggiare Martone e, di fatto, di lanciare la candidatura italiana all’Oscar per il suo film – spiega Marina Cicogna, presidente onorario dell’Accademia Internazionale Arte Ischia – E’ un’opera che merita ogni attenzione internazionale per la sua straordinaria cifra narrativa di un momento felice della storia italiana”.

Annarita Favilla