Funerali Roberto Marchini: la salma arriva in Italia, domani l’ultimo saluto al parà

FUNERALI ROBERTO MARCHINI – La salma del caporale Roberto Marchini arriverà in Italia stamattina presso l’aeroporto di Ciampino, dopo che ieri è stata esposta nella camera ardente allestita nella base di Herat. Originario di Viterbo, il soldato 28enne apparteneva all’8^ Reggimento Genio Guastatori Folgore di Legnano ed è la quarantesima vittima dall’inizio delle operazioni in Afghanistan. Da quanto ricostruito da fonti militari, Marchesini si trovava nel distretto di Bakwa, nella provincia di Farah, dove il 2 luglio scorso è morto il caporal maggiore scelto Gaetano Tuccillo. Impegnato in un’attività di ricognizione insieme a militari afgani, Marchini stava dando indicazioni per disinnescare tre ordigni led, ma all’improvviso esplode un quarto e l’esplosione investe il nostro soldato.

Il parà della Folgore era quasi in procinto di tornare in Italia per una licenza, ma destino ha voluto che tornasse senza vita e da stamane sarà allestita la camera ardente presso l’ospedale militare del Celio. I funerali di Stato si terranno domani mattina a Roma, poi nel pomeriggio esequie in forma privata a Caprarola, paese nativo. Il prossimo 21 luglio avrebbe festeggiato il 29esimo compleanno…

Unanime il cordoglio delle istituzioni e del mondo politico, anche se non mancano le polemiche sul proseguimento della missione italiana. Stamane il ministro della Difesa Ignazio La Russa riferirà in Parlamento insieme al collega Franco Frattini, i quali affermano che i terroristi stanno alzando il tiro poichè è iniziata la fase di transizione: “Più il controllo del territorio passa nelle mani dell’Isaf e del Governo legittimo afgano – ha aggiunto La Russa – più i terroristi cercheranno di bloccare ogni attività e ogni impegno sul territorio. Il numero degli attentati è diminuito rispetto all’anno scorso, ma diventano sempre più pericolosi, anche perché vengono compiuti per bloccare ogni progresso in vista della riconsegna dell’intero Afghanistan agli afgani, entro il 2014”.

Idv, Verdi, Pdci e La Destra di Storace chiedono il ritiro immediato delle truppe italiane, mentre il Pd chiede una “messa a punto” della missione. Ma ora è il momento del cordoglio e per le polemiche c’è poco spazio…

Redazione