Manovra finanziaria 2011: ticket sanitario già da lunedì, liberalizzazioni e privatizzazioni in vista

MANOVRA FINANZIARIA 2011 – Il testo della manovra che sarà approvato da Camera e Senato entro questa settimana, al fine di rassicurare i mercati, prevede alcune novità rispetto al decreto originario, specie per quanto riguarda sanità, liberalizzazioni, pensioni e agevolazioni fiscali. Già da lunedì il ticket sanitario di 10 euro sulle ricette mediche e di 25 euro per gli interventi del pronto soccorso in codice bianco: un piano che permetterà di racimolare 480 milioni di euro che venivano invece stanziati per consentire l’esenzione per tutto il 2011. “Un fatto gravissimo” dichiara Vera Lamonica, segretaria confederale della Cgil che aggiunge: “Se fossero confermate le anticipazioni sui ticket sanitari, saremmo di fronte a un fatto gravissimo. L’obiettivo, probabilmente è anche quello di favorire l’ulteriore privatizzazione della sanità”.

Per quanto riguarda le pensioni è previsto un contributo di solidarietà fino al 2014 per le pensioni supeiori ai 90mila euro. Inoltre sarà innalzata l’età pensionabile: si anticipa al primo gennaio 2013 l’aggancio delle pensioni all’aspettativa di vita; dal 2013 dunque l’incremento sara’ di 3 mesi. I lavoratori che matureranno i requisiti per la pensione di anzianita’ nel 2012 dovranno posticipare di un mese il loro collocamento a riposo.

Novità anche in tema di liberalizzazioni. Per incrementare l’economia italiana il governo formulerà “alle categorie interessate proposte di riforma in materia di liberalizzazione dei servizi e delle attività economiche”. Trascorso il termine di 8 mesi dalla data di entrata in vigore della legge ciò che non sarà espressamente regolamentato sarà libero. Inoltre dal 2013 lo Stato e gli enti territoriali perderanno molte quote azionarie.

Scatta il taglio alle agevolazioni fiscali tra il 5 e 20% che permetteranno di recuperare 24 miliardi di euro entro il 2014. Il taglio non sara’ attuato solo se entro settembre 2013 il Governo esercitera’ la delega per la riforma fiscale. Previsti aumenti delle aliquote delle accise benzina a partire dal primo gennaio 2012.

Redazione