Militare morto in Afghanistan: la salma di Roberto Marchini giunta a Roma

Il Primo Caporal Maggiore Roberto Marchini, deceduto a Bakwa, Afghanistan, il 12 luglio 2011

SALMA ROBERTO MARCHINI IN ITALIA – È giunta questa mattina all’aeroporto di Ciampino la salma di Roberto Marchini, il Primo Caporal Maggiore dell’esercito italiano ucciso il 12 luglio scorso nell’esplosione di un ordigno artigianale a Bakwa, nell’Ovest dell’Afghanistan.

L’ultimo viaggio di ritorno in Italia del Caporal Maggiore è avvenuto a bordo di un C-130J dell’Aeronautica militare, atterrato a metà mattinata all’aeroporto di Ciampino.

Ad accogliere il feretro, oltre ai familiari di Marchini, c’erano il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, il ministro della Difesa Ignazio La Russa, il sottosegretario alla Difesa Guido Crosetto, il capo di stato maggiore della Difesa, generale Biagio Abrate, il capo di stato maggiore dell’Esercito, generale Giuseppe Valotto, il capo di stato maggiore dell’Aeronautica, generale Giuseppe Bernardis.

Oggi dalle 16 alle 17, sarà allestita la camera ardente al Policlinico militare del Celio. I funerali si terranno alle 18 nella basilica di Santa Maria degli Angeli di Roma.

Redazione