Al via il ritiro dei militari statunitensi dall’Afghanistan

Militari statunitensi

AFGHANISTAN: INIZIA RITIRO USA – Gli Usa hanno inviato i loro militari in Afghanistan nel 2001, dopo l’attentato realizzato da Al Qaeda alle Torri Gemelle di New York, dando il principale contributo al contingente della Nato nel Paese. Il conflitto è iniziato quando George Bush era stato da poco eletto alla presidenza degli Stati Uniti e la Casa Bianca ha giustificato l’azione con la necessità di sconfiggere il network del terrore e di catturarne il leader Osama Bin Laden, nonché di rovesciare il regime dei talebani. Alla guida del Paese è stato posto Hamid Karzai, prima come capo di stato ad interim e poi come presidente eletto.

Ora, a dieci anni di distanza, i soldati statunitensi si preparano a tornare a casa. Presso la base di Bagram si è tenuta una cerimonia che segna ufficialmente l’avvio del ritiro degli Stati Uniti dal Paese. L’operazione, per la cui realizzazione il presidente Barack Obama si è impegnato personalmente, terminerà nel 2014, quando saranno tornati a casa tutti i 100mila uomini. Oggi sono partiti i primi 650 militari della Guardia Nazionale dell’Iowa, mentre verso la fine dell’anno rientreranno anche i Marine che hanno combattuto a Helmand.

T.D.C.