Poker online: dal 18 luglio è legale anche in Italia, allarme dipendenza

POKER ONLINE – Da lunedì 18 luglio 2011 anche in Italia il poker online diventa legale, un giro di affari abnorme stimato in oltre 6 miliardi di euro annui e che porterà nelle casse dello Stato somme ingenti di denaro. Un via libera annunciato da mesi sul web con banner pubblicitari cliccatissimi, segno che milioni di italiani sono pronti a scommettere e tentare la sorte. Finora i giocatori erano riusciti ad aggirare gli ostacoli legislativi collegandosi a portali stranieri, ma da dopodomani si potrà persino giocare in diretta tramite cellulare o smartphone e scommettere fino a 1000 euro per volta.

Per garantire i giocatori online i Monopoli introdurranno regole sempre più ferree di autoregolamentazione, codice fiscale obbligatorio e account controllati in tempo reale, al fine di offrire piattaforme affidabili. Ma il rischio di dipendenza, avvisano gli psicologi, è altissimo, specie per quanto riguarda i ragazzini che sono i più abili nel destreggiarsi su Internet. Infatti davanti ad uno schermo anche i soldi diventano “virtuali” e potrebbe svanire il self-control… Una tentazione che arriva fin dentro casa e toglie ogni “romanticismo” al vecchio tavolo verde…

Redazione