Emergenza rifiuti: decine di roghi a Napoli e dintorni

Rifiuti nelle strade di Napoli

ROGHI DI RIFIUTI A NAPOLI – Gli abitanti di Napoli e dei comuni limitrofi che devono convivere con la piaga dell’emergenza rifiuti sono sempre più esasperati dalla permanenza di cumuli di immondizia nelle strade delle loro città. Nei giorni scorsi sono partiti i primi traferimenti della spazzatura verso le altre regioni ma la misura prevista dal decreto varato dal governo per risolvere la situazione non sta risultando efficace, come tra l’altro molti avevano previsto fin dall’inizio. Sulla questione era intervenuto anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che aveva definito il provvedimento insufficiente.

L’esasperazione della cittadinanza si manifesta, ancora una volta, attraverso gli incendi. Questa notte sono stati una ventina i roghi che, appiccati alle montagne di immondizia, hanno richiesto l’intervento dei vigili del fuoco. Il presidente dell’Aisa Raphael Rossi precisa che al momento a Napoli giacciono in strada più di duemila tonnellate di rifiuti. “Confermiamo il massimo impegno dei nostri uomini e mezzi, con tre turni di raccolta nell’intero arco delle 24 ore – spiega – ma il problema consiste sempre nello sversamento. Attualmente circa metà del nostro parco automezzi è bloccato in lunghe code fuori degli impianti che accolgono la spazzatura”.

Redazione online