Der Spiegel: lo speciale del settimanale tedesco sul declino dell’Italia

DER SPIEGEL: DECLINO ITALIA“Ciao bella!”, in italiano, questo il titolo che campeggia a tutta pagina sulla copertina del settimanale tedesco Der Spiegel, in edicola oggi, e dedicato al declino dell’Italia. Sotto il titolo è raffigurato il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi vestito da gondoliere e con il caratteristico sorrido beffardo. Il premier-gondoliere rema sopra la penisola italiana, dai cui mari spuntano due sirenette-escort a seno nudo, una mora e una bionda, come le veline di “Striscia la notizia”. Sopra la penisola un piatto di spaghetti con dentro una pistola, un’icona che risale all’epoca degli Anni di Piombo e che fu lo stereotipo, francamente un poì abusato e ora decisamente datato, dell’Italia nella Germania dell’epoca. Fu proprio Der Spiegel a pubblicare la famosa e contestata foto nel 1977.

Nell’immagine della copertina di oggi, anche una barchetta fatta con una banconota da 100 euro che affonda…

Non è certo un’immagine edificante del nostro Paese e rappresenta emblematicamente il grave periodo di decadenza in corso, con la crisi dell’Euro ed un premier troppo occupato nelle sue vicende personali per impegnarsi concretamente per il Paese. Non è una novità. Oramai all’estero tutti i giornali ci vedono e ci rappresentano in questo modo.

A quell’ironico e anche amaro “Ciao bella!”, segue il sottotitolo “Il declino del Paese più bello del mondo”; segno che ai tedeschi tutto sommato dispiace la nostra grave situazione.

Silvio Berlusconi gondoliere tra due sirenette escort a seno nudo, con un piatto di spaghetti e una pistola al centro dell’Italia. Questa la copertina del settimanale tedesco Spiegel, in edicola oggi. “Ciao bella!” è il titolo, in italiano, dedicato al presidente del Consiglio e al “declino del Paese più bello del mondo”.

Der Spiegel descrive così la situazione dell’Italia: “I mercati finanziari internazionali hanno perso la fiducia nell’Italia. Dopo 17 anni di Berlusconi, il Paese è pesantemente indebitato e maturo per un cambio di governo. Uno dei paesi fondatori dell’Unione europea appare paralizzato dall’incapacità del suo premier, che è occupato innanzitutto dai suoi affari personali”.

All’interno, il settimanale dedica un lungo speciale, bel 11 pagine, alla situazione dell’Italia. Il titolo dello speciale è “Basta”, anche questo in italiano.

Valeria Bellagamba