Tunisia: violenti scontri a Sidi Bouzid, muore ragazzo di 14 anni

Gli scontri dei mesi scorsi a Sidi Bouzid
TUNISIA: SCONTRI – Tornano le proteste in Tunisia, nonostante la deposizione del presidente Ben Alì, lo scorso 14 gennaio. E torna ad infiammarsi Sidi Bouzid, la città simbolo della “rivoluzione dei gelsomini”, dove il 17 dicembre 2010 un giovane commerciante ambulante, Mohamed Bouazizi, si diede fuoco per protestare contro il sequestro della sua merce e scatenando da lì la rivolta popolare.

Nella città, tra la notte scorsa e questa mattina, si sono verificati violenti scontri si sono tra manifestanti e polizia e un ragazzo di 14 anni è rimasto ucciso. Il ragazzo sarebbe stato colpito da un proiettile di rimbalzo nel corso di una sparatoria. La notizia è stata data dalla tv satellitare Al Arabiya.

Redazione