In Italia ad ottobre “Tomboy”, film francese sulla identità sessuale

Un fotogramma del film Tomboy

IL FILM TOMBOY ARRIVA IN ITALIA – Arriverà nelle sale italiane i primi di ottobre (distribuito da Teodora Film con Spazio Cinema) “Tomboy”, il film-caso che in Francia ha raggiunto in poco tempo il record ai botteghini – oltre 260mila spettatori dal 20 aprile, giorno dell’uscita nelle sale d’oltralpe – e buonissimi riscontri della critica.

Seconda opera della trentenne Céline Sciamma – francese, di origini italiane -, il film ha già vinto vari riconoscimenti, tra i quali il Premio della Giuria per il Teddy Award alla Berlinale 2011 e il Premio del pubblico e il Premio Ottavio Mai al 26° Torino GLBT Film Festival, dove ha letteralmente conquistato la critica “per la maestria, la sensibilità e la leggerezza, ma anche per la profondità con cui viene trattato il tema dell’identità sessuale nel tempo dell’infanzia”.

Protagonista della storia (scritta e diretta dalla Sciamma) è Laure, una ragazzina di 10 anni che, trasferitasi con la famiglia e la sorella Jeane in un nuovo quartiere di Parigi, decide di presentarsi ai nuovi amici come fosse un maschio, per cercare di vivere più serenamente una propensione sessuale che sta appena scoprendo in lei; impara così a giocare a calcio, a sputare per terra, a dare dimostrazioni di forza mettendo a tappeto i suoi avversari; insomma a fare il maschiaccio, in francese “tomboy”, appunto.

Annarita Favilla