Inchiesta P4: Milanese chiede alla Camera di autorizzare l’acquisizione dei tabulati telefonici

Marco Milanese

INCHIESTA P4 Marco Milanese, ex consigliere politico del ministro dell’Economia Giulio Tremonti, è una delle figure principali coinvolte nell’inchiesta sulla loggia P4, nel quadro della quale è accusato di corruzione, rivelazione di segreto d’ufficio e associazione a delinquere. Fino a questo momento le indagini hanno portato al fermo del faccendiere Luigi Bisignani, attualmente ai domiciliari, e alla richiesta di arresto, oltre che nei confronti dello stesso Milanese, del deuputato del Pdl Alfonso Papa.

I legali di Milanese, gli avvocati Franco Coppi e Bruno Larosa, oggi hanno riferito che il loro assistito ha inviato “alla Camera la richiesta di voler celermente autorizzare le due richieste pervenute dalla Procura della Repubblica di Napoli di acquisizione dei tabulati telefonici relativi alle sue utenze e l’apertura delle cassette di sicurezza sequestrate”. L’onorevole del Pdl ha informato della richiesta la procura di Napoli, che sta portando avanti l’inchiesta. I suoi difensori hanno dichiarato che “ogni profilo delle vicende contestate sarà presto chiarito” e hanno tenuto a precisare la disponibilità di Milanese “ad aderire doverosamente ad ogni richiesta dei magistrati”. “In questo stello spirito – hanno concluso – si colloca la richiesta alla Camera di dire rapidamente sì alle due ultime richieste della procura di Napoli”.

Proprio ieri la compagna di Milanese, Manuela Bravi, si è dimessa dall’incarico di portavoce del ministro Tremonti.

Redazione online