Napolitano ricorda Paolo Borsellino nei 19 anni dalla strage di via d’Amelio

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
NAPOLITANO RICORDA BORSELLINO – Nei 19 anni dalla Strage di via D’Amelio a Palermo, dove persero la vita il magistrato antimafia Paolo Borsellino e cinque agenti della sua scorta (Emanuela Loi, Agostino Catalano, Walter Cosina, Vincenzo Li Muli e Claudio Traina), il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ricorda il sacrificio delle vittime della strage.

In una lettera inviata alla vedova del magistrato, Agnese Borsellino, il Presidente della Repubblica scrive che il sacrificio di Paolo Borsellino e della sua scorta impegna le istituzioni e tutti i cittadini ad opporsi alla mafia e qualunque forma di collusione con essa.

Ha scritto Napolitano che “la strage rappresentò il culmine di una delle fasi più gravi e inquietanti della sanguinosa offensiva della criminalità organizzata contro le istituzioni democratiche”. “Con l’attentato di via D’Amelio – ha affermato Napolitano – si volle colpire sia un simbolo della causa della legalità” sia “un uomo che, con il suo esempio di dedizione e la sua dirittura morale, stava mobilitando le migliori energie della società civile dando a esse crescente fiducia nello stato di diritto”. Ha proseguito il Presidente della Repubblica: “A diciannove anni di distanza, il sacrificio di Paolo Borsellino richiama la magistratura, le forze dell’ordine e le istituzioni tutte a intensificare – con armonia di intenti e spirito di effettiva collaborazione – l’azione di contrasto delle mafie e delle sue più insidiose forme di aggressione criminale. Quel sacrificio impegna inoltre le istituzioni e la collettività tutta a uno sforzo convinto e costante nell’opporsi ad atteggiamenti di collusione e indifferenza rispetto al fenomeno mafioso“.

Il Presidente ha poi concluso il suo messaggio con l’auspicio che nuove indagini facciano luce su quanto accaduto diciannove anni fa, esprimendo nei confronti della vedova di Borsellino e dei familiari degli agenti caduti, “sentimenti si gratitudine, vicinanza e solidarietà”.

Redazione