Server Nato violato dal gruppo hacker Anonymous

Logo Anonymous

ANONYMOUS SERVER NATO – Server nato violato da ‘Anonymous’.
Il gruppo di pirati informatici chiamati ‘Anonymous‘ ha fatto sapere di essere riuscito ad entrare in possesso di materiale Nato ‘top secret’ e di essere attualmente in possesso di circa un gigabyte di informazioni. L’annuncio è arrivato con tanto di prova, infatti sulla pagina Twitter appartenente agli hacker hanno postato un documento Pdf riportante la dicitura “Nato restricted“. Tuttavia i componenti del gruppo hanno sottolineato che da parte loro non vi è alcuna intenzione di fornire ulteriore documentazione in quanto l’azione sarebbe, a detta degli stessi, “irresponsabile“.

Da quanto si è potuto a seguito dell’evolversi degli eventi tutta questa più che una minaccia sembra possa essere definita più una beffa rivolta all’organo internazionale. Infatti il messaggio lasciato all’Alleanza atlantica dal gruppo di hacker è stato il seguente: “Ciao Nato. Sì, abbiamo ottenuto altri dati. Vi chiedete da dove? Nessun aiuto, ora tocca a voi. La chiamate guerra; noi ridiamo in faccia alle vostre navi da guerra“.

La veridicità dell’unico documento reso pubblico e datato 27 agosto 2007 non è stato tuttavia ancora autentificato. Immediata è stata la condanna da parte di un funzionario della Nato, il quale oltre ad aver assicurato che “gli esperti informatici dell’Alleanza stanno indagando sull’accaduto” ha anche per l’appunto “condannato con vigore qualsiasi fuga di notizia che possa potenzialmente mettere in pericolo la sicurezza dei cittadini, delle forze armate e degli alleati”.

Redazione online