Neonato scomparso a Folignano, la madre confessa: “Mi è scivolato di mano ed è morto”

NEONATO SCOMPARSO – A Folignano prende corpo un altro mistero, quasi non bastasse la morte di Melania Rea, che qui abitava insieme al marito Salvatore e alla figlia Vittoria. Nella frazione di Piane di Morro una donna di 24 anni, Katia Reginella, qualche giorno fa aveva denunciato la scomparsa del proprio bambino di circa due mesi. Poi ieri la confessione: il neonato le sarebbe scivolato di mano e sarebbe morto subito dopo la caduta. La giovane mamma ha poi deciso di seppellirlo in un bosco nelle vicinanze, a Castel Trosino (vedi foto), dove si stanno svolgendo le indagini per ritrovare il corpicino senza vita. Ma scavando nel passato di Katia Reginella e del marito operaio di 30 anni emergono risvolti inquietanti e drammatici: la coppia ha già due figli di 3 e 5 anni, nati sani e poi rimasti invalidi in modo misterioso. Secondo gli stessi genitori il primo è scivolato mentre faceva il bagno e ora è costretto sulla sedia a rotelle, mentre la bambina  ha avuto un problema congenito al cervello e conseguentemente un ritardo cognitivo. All’epoca furono avviate due inchieste per accertare eventuali maltrattamenti, ma furono in breve archiviate per mancanza di prove. I due pargoli furono comunque sottratti alla coppia di genitori, considerati troppo immaturi. Quando la donna ha partorito per la terza volta il 9 maggio scorso i Servizi sociali del Comune hanno effettuato repentinamente gli accertamenti e, non avendo trovato il neonato, hanno denunciato la scomparsa.

L’altro giorno i due coniugi, per mezzo del loro legale Francesco Ciabattoni, avevano assicurato che il bambino stava bene e che lo avrebbero mostrato soltanto se avessero avuto la certezza che non venisse tolto loro come i precedenti. Poi nella serata di ieri la macabra confessione: il pargolo era in braccio e le è caduto ed ha indicato il luogo del seppellimento. Mentre veniva portata in caserma Katia ha indicato altri possibili luoghi del seppellimento e infine ha confessato di averlo abbandonato sul ciglio della strada. Le indagini sono ancora in corso.

Redazione