Immigrazione: stazione di Padova trasformata in campo di battaglia. Richiesto invio di militari

Stazione Padova

IMMIGRAZIONE STAZIONE PADOVA – Si è trasformato in un vero e proprio ring di combattimento la stazione di Padova. Ormai da settimane si stanno susseguendo con regolarità le dispute per ogni sorta di controllo, da quello riguardante la droga ai semplici regolamenti di conti fino alle singole aggressioni.
La situazione è critica, la sicurezza è in bilico tanto da aver fatto muovere prefetto e sindaco, Flavio Zanonato, a inoltrare la richiesta al ministro della Difesa, Ignazio La Russa, circa un rinforzo esaustivo dei militari adibiti alla sicurezza del posto.

Immediata la risposta di La Russa, il quale ha detto a ‘Il Corriere del Veneto’: “La decisione spetterà al comitato per la sicurezza e non voglio scavalcare le prerogative di nessuno. Ma posso anticipare tranquillamente che ci sono buone probabilità che nuove truppe vengano mandate a Padova. Lunedì l’ordine verrà ratificato. Mi sto già adoperando in prima persona, assieme al capo di gabinetto e al prefetto”.

Critiche da parte del sindaco di Padova, Flavio Zanonato, sulle politiche per l’iimigrazione del governo. In merito il ministro ha risposto: “Il problema dell’immigrazione è serio. Zanonato sa bene che ci vuole una riflessione globale a livello internazionale. Comunque la nostra linea è chiarissima: massima accoglienza per chi lo merita, grande severità per chi delinque. E in passato c’è stato chi ha sostenuto una politica di accoglienza indiscriminata per tutti”, ha concluso.

Redazione online