Ancora un venerdì di protesta in Siria: altri sette morti

Manifestazione in Siria

ANCORA PROTESTE E MORTI IN SIRIA – A più di quattro mesi dall’inizio della rivolta, la situazione in Siria è ancora incandescente. Proteste e scontri sono all’ordine del giorno in moltissime città, così come, purtroppo, i morti e i feriti. La popolazione manifesta il proprio dissenso nei confronti del regime da settimane ma Bashar al-Assad non ci sta e usa l’esercito per reprimere le contestazioni.

La scia di sangue nel Paese è lunghissima e oggi, nell’ennesimo venerdì di protesta indetto dai siriani dopo la preghiera, nuove vittime sono andate ad aggiungersi a questo drammatico elenco. Si parla di sette morti e di altrettanti feriti in varie aree del Paese. Anche se le comunicazioni sono difficoltose, fonti locali sono riuscite a riferire, attraverso Internet, che le forze dell’ordine a Damasco hanno sparato ancora una volta sulla folla scesa in piazza.

Secondo le opposizioni nelle strade delle città del Paese stanno manifestando un milione di persone.

Redazione online