No Tav: scontri al cantiere della Maddalena. Alpini presi di mira dai manifestanti

Manifestazione No Tav

NO TAV ATTACCO ALPINI – Ancora tensioni al cantiere torinese della Maddalena sito a Chiamonte.
Fin dalle prime ore del giorno alcuni oppositori, ossia i tanto nominati ‘No Tav‘, si sono gettati su uno dei cancelloni del cantiere, della nuova linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione, battendo insistentemente su di esso in segno di protesta. Poco dopo è iniziato anche il lancio di palloncini con all’interno un liquido organico contro le forze dell’ordine.  Secondo quanto riferito dalla Questura di Torino, verso le ore 12.00, una parte delle persone hanno iniziato ad offendere gli alpini con cori di disprezzo motivati dall’arrivo dei facenti parte della Taurinense nel cantiere.

Siete dalla parte sbagliata! dovete difendere lo Stato e state dalla parte dei mafiosi! E siete anche armati! Disertate, venite dalla nostra parte! Portate la Costituzione che la usiamo per la grigliata!“, il contenuto dei cori.

Venerdì sera oltre 500 No Tav si sono raccolti nella serata di ieri e utilizzando rami e altri manufatti hanno appiccato piccoli incendi e cominciato una sassaiola contro polizia, carabinieri, guardie forestali e finanzieri, mentre un altro gruppetto ha tagliato parte della recinzione. Le forze dell’ordine hanno risposto con gli idranti e il lancio di lacrimogeni. Le scene di guerriglia sono andate avanti per quattro ore.

Redazione online