Amy Winehouse: l’autopsia non riesce a stabilire le cause del decesso

Amy Winehouse

AMY WINEHOUSEAmy Winehouse è stata ritrovata morta nella giornata di sabato nella sua casa londinese. Aveva solo 27 anni. Secondo la ricostruzione pubblicata dall’Independent, la sera prima di morire la cantante avrebbe suonato le percussioni ripetutamente, provocando anche l’ira dei vicini. Sabato mattina, poi, la sua guardia del corpo l’avrebbe trovata addormentata nell’appartamento, rendendosi conto solo più tardi che non respirava più. Appena la notizia è stata diffusa i media hanno parlato di un mix di medicinali e droghe che le sarebbe stato fatale ma non c’è alcuna conferma ufficiale.

Anche perché stando a quanto si apprende in queste ore neanche l’autopsia è riuscita a determinare le cause della morte. Dovranno dunque essere effettuati ulteriori esami per capire con certezza cosa abbia portato al decesso. La polizia britannica comunica che nella vicenda non c’è “nessuna circostanza sospetta”. I funerali si terranno nei prossimi giorni, forse domani stesso, con il rito ebraico.

Redazione online