Milano: litiga con un motociclista, lo insegue, lo investe e lo uccide

Milano, Via Andrea Doria

MILANO: INSEGUE E UCCIDE MOTOCICLISTA -Una morte assurda, quella di un motociclista ieri a Milano, che ricorda per certi aspetti quella del tassista Luca Massari, ucciso lo scorso ottobre nella stessa città per aver investito accidentalmente un cane. Anche in questo caso c’è l’uccisione di una persona per futili motivi.

I fatti sono avvenuti ieri pomeriggio in via Andrea Doria. Un ragioniere in pensione, Vittorio P. di 71 anni, a bordo di un’auto, e un motociclista di 35 anni, Alessandro Mosele, su uno scooter,avrebbero litigato, per questioni di viabilità, al semaforo all’angolo con via Montepulciano. La lite sarebbe continuata anche al semaforo successivo, finché il motociclista avrebbe sputato in faccia al pensionato, che si è messo ad inseguirlo lungo via Andrea Doria, dove il giovane ha proseguito in sella al suo scooter. Una volta raggiunto il giovane, il pensionato l’ha investito uccidendolo. Nell’incidente è rimasta coinvolta, per fortuna in modo non grave, anche una donna in bicicletta.

Per gli inquirenti il pensionato avrebbe volontariamente investito il motociclista, per questo motivo il procuratore Antonio Sangermano ne ha disposto il fermo ieri notte, dopo un lungo interrogatorio, in cui l’uomo ha respinto le accuse. Il pensionato è stato accusato di omicidio volontario con l’aggravante dei futili motivi e senza l’attenuante della provocazione, perché nonostante avesse ricevuto sputi dal motociclista, l’uomo avrebbe risposto sputando a sua volta contro il giovane.

I quattro testimoni presenti al momento dell’investimento hanno fornito tutti la stessa versione dei fatti agli inquirenti.

Redazione