Valentino Rossi: un nuovo team con motore Honda o una Ducati tutta diversa per il 2012

VALENTINO ROSSI DUCATI – Il Mondiale 2011 di MotoGp per la Ducati è terminato già qualche mese fa, dinanzi allo strapotere Honda cui solo Jorge Lorenzo sembra poter opporre resistenza. Per Valentino Rossi il primo anno a Borgo Panigale è stato un fallimento, a metà stagione si lavora già per il prossimo Motomondiale come dimostrato dal debutto della GP11.1 che monta il classico motore 800cc su una ciclistica totalmente innovativa. Al prossimo Gp di Brno di metà agosto ci saranno ulteriori aggiornamenti sull’elettronica, ma quasi sicuramente non colmerà le lacune di una moto troppo difficile da guidare e che solo Casey Stoner ha saputo portare ai massimi livelli negli ultimi anni.

Di conseguenza il pilota di Tavullia, che vanta nove titoli iridati, sta pensando a due ipotesi rivoluzionarie. La prima è di creare un team personale con motore Honda, anche se bisognerà attendere il beneplacito della casa motoristica giapponese, ma ciò significherebbe scindere un contratto da 14 milioni di euro annui, cosa che potrebbe non convenire economicamente al Dottor Rossi. La seconda e più plausibile ipotesi è che Valentino costringa la Ducati a modificare totalmente la propria moto, con un telaio più normale, e chiedere alla Bridgestone pneumatici più adatti e personalizzati in base allo stile di guida del pilota romagnolo. Tra le due ipotesi una cosa è certa: Valentino Rossi non ci sta a ripetere una pessima annata come quella attuale…

Luigi Ciamburro