Camusso contro Fornero: sulla riforma del lavoro “lacrime di coccodrillo”

Susanna Camusso (Getty Images)

LAVORO: CAMUSSO CONTRO FORNERO – Ha risposto con decisione e durezza la leader della Cgil Susanna Camusso alle parole pronunciate oggi dal Ministro del Lavoro Elsa Fornero sulla riforma del lavoro. Illustrando la nuova riforma del governo Monti al forum di Confcommercio, oggi a Cernobbio, Fornero ha espresso “rammarico” per il mancato accordo con le parti sociali sulle nuove norme del lavoro e Camusso ha ribattuto che il ministro “aveva tutte le condizioni per non doversi rammaricare”, pertanto le sue sono “lacrime di coccodrillo”.

“Abbiamo proclamato un pacchetto di 16 ore di sciopero – ha aggiunto Camusso – che accompagnerà la discussione su questo provvedimento (la riforma del lavoro, ndr). Non c’è alcun elemento per far tornare indietro da questa decisione. Semmai è evidente che bisogna rafforzare di molto, perché si sta cercando di spostare la discussione e questo non va bene”. Secondo la leader della Cgil il governo Monti ha “scelto una strada che rende dispari i diritti e questo mi sembra l’opposto dell’idea di coesione e di unità del Paese”. Il punto della discordia è l’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, quello che il governo vuole riformare eliminando il reintegro per i licenziamenti per motivi economici.

“È bene per tutti farsi un bagno di realtà e domandarsi, per esempio, come mai ci sono state così tante reazioni nel Paese e come mai ce ne saranno ancora molte nel prossimo periodo”, ha affermato Camussso in merito a possibili tensioni sociali che potrebbero esplodere nel Paese.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan