Monti a Seoul incontra Obama, Hu Jintao e Rajoy

Mario Monti (getty images)

MONTI AL VERTICE DI SEOUL – Il primo ministro italiano Mario Monti è approdato a Seoul, dove è in corso un summit internazionale sulla sicurezza nucleare.  A parte le questioni importanti riguardanti il nucleare, così attuali data la situazione iraniana che sta creando screzi a livello diplomatico, Monti ha approfittato dell’occasione per relazionarsi agli altri leader mondiali.

Primo tra tutti, Monti ha incontrato privatamente Barack Obama, con il quale ha avuto un piccolo colloquio denso di particolari e dettagli tecnici. Monti avrebbe relazionato al presidente degli USA sulla situazione politica e soprattutto economica che caratterizza l’Italia e l’Europa in questo momento. Da Obama sarebbero giunte in risposta delle rassicurazioni. “L’Italia ha un ruolo molto importante”, avrebbe detto il democratico a Monti, spingendolo ad andar oltre e continuare sulla strada delle riforme volute dall’Europa.

Interessante anche il colloquio con Hu Jintao, presidente cinese che Monti incontrerà con più calma durante l’imminente visita a Pechino. Jintao ha anticipato le procedure di accoglienza del collega europeo ed ha assicurato il supporto del suo esecutivo e del suo paese per favorire l’economia italiana. “Suggerirò a tutte le autorità e alla business community cinesi di investire in Italia”, ha dichiarato Hu Jintao.

Altro importante incontro è stato quello, anch’esso privato come con Obama, avuto assieme a Mariano Rajoy, nuovo primo ministro spagnolo. Monti e Rajoy avevano avuto delle incomprensioni quando, durante un vertice a Cernobbio l’italiano aveva usato parole poco appropriate nei confronti della Spagna, sottolineando il suo stato di crisi e manifestando timore per un eventuale contagio.  Monti ha espresso il proprio rammarico per la frase poco delicata che aveva pronunciato e l’equivoco si è sciolto.

 

Redazione online