Movimento 5 Stelle vittima del gioco al massacro. Beppe Grillo: “Dopo vittoria di Parma il vento è cambiato”

Beppe Grillo (Getty Images)

 

 

MOVIMENTO 5 STELLE – In un’Italia sull’orlo del collasso economico, sociale e politico si punta il fucile contro chi cerca di cambiare lo stato delle cose e denuncia l’insostenibilità di un regime che sta riducendo alla fame milioni di cittadini. “Direttori di giornali, partiti, istituzioni, lobby sono schierati come un plotone di esecuzione per abbattere il Movimento 5 Stelle. Lo fanno ormai senza pudore, alla dove cojo cojo”. Beppe Grillo cerca di smarcarsi dagli attacchi mediatici ai suoi danni e a quelli dei consiglieri del Movimento 5 Stelle oltre che al suo staff, però convinto che i responsabili politici abbiano le ore contate, “il baratro attende comunque questi sciagurati che attaccano come dei cani rabbiosi chiunque li metta in discussione, invece di affrontare la catastrofe ormai alle porte riconoscendo i loro errori”.

Ma “dopo la vittoria di Parma il vento è cambiato” e da qui alle prossime elezioni si assisterà ad un gioco al massacro nei confronti della galassia ‘grillina’, “anche con una legge elettorale su misura che lo escluda dal Parlamento. Il Paese sprofonda, ma da Bersani a Berlusconi, dal Corriere della Sera alla Repubblica, il problema dei problemi è il M5S. Non sanno cosa li aspetta, o forse lo sanno troppo bene – conclude Beppe Grillo -. Ci vediamo in Parlamento. Sarà un piacere”.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan