Moglie costretta a prostituirsi: il marito mette annunci online e la minaccia con pistola

 

ROMA – Un uomo di 57 originario di Foggia ma residente a Roma è stato arrestato dalla polizia dopo aver messo degli annunci su internet per far prostituire la moglie, ma la donna si rifiutava e così la picchiava e la minacciava con una pistola ad aria compressa e con un pugnale. Gli agenti sono intervenuti dopo la denuncia della donna di origine cubana, residente all’Esquilino, e quando sono arrivati al civico dell’abitazione l’hanno trovata per strada, in lacrime, in seguito all’ennesima lite con il marito. Raggiunto nel suo appartamento l’uomo – già noto alle forze dell’ordine – ha aggredito gli agenti ed è stato arrestato con l’accusa di induzione alla prostituzione, maltrattamenti in famiglia e resistenza e minacce a pubblico ufficiale.

L’uomo trattava prestazioni e tariffe direttamente con i clienti, ma la donna continuava ad opporsi. Motivo per cui il pregiudicato si era procurato una pistola ad aria compressa per minacciarla. Sequestrati anche il cellulare e il pc usati dall’uomo per concordare gli incontri della moglie.

 

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan