Pdl, Nicole Minetti: “Forse mi dimetto ad ottobre, Silvio Berlusconi mi ha chiesto di resistere”

Nicole Minetti

 

 

PDL – Nicole Minetti non ha nessuna intenzione di dimettersi, almeno per ora, e il passo indietro non arriverà prima di ottobre, anche perchè Silvio Berlusconi non solo non le ha chiesto di lasciare l’incarico di consigliere regionale, ma addirittura l’ha invitata a resistere. È quanto emerge dalle interviste a ‘Vanity Fair’ e a ‘Chì rilasciate dalla ex showgirl di ‘Colorado Cafè’ dopo il trambusto mediatico degli ultimi giorni e l’imperativo lanciato da Angelino Alfano.

“Piuttosto che prendere un vitalizio dalla Regione Lombardia mi dimetto il giorno prima che scatti il diritto, il prossimo ottobre. Giuro”, ha confessato a ‘Vanity Fair’. “Decido da sola, non ho bisogno di ordini o pressioni. E non voglio dare a nessuno la soddisfazione di potermi rinfacciare in eterno il privilegio”. Nell’intervista a ‘Chi’, invece, ha ammesso di aver incontrato Silvio Berlusconi ad Arcore, ma i termini del discorso sono stati ben diversi da quelli ipotizzati dai media: “Non sono andata a contrattare la mia buonuscita. Non stiamo parlando di calciomercato. Sono andata dal presidente semplicemente per capire come poter gestire la bufera mediatica, che si è creata intorno a questo caso. L’ho chiamato io per chiedergli un colloquio, tutto qui”.

Ma l’ex premier le avrebbe chiesto di non mollare proprio adesso. “Per due motivi. Le mie dimissioni agli occhi di tanta gente sarebbero apparse come un’ammissione di colpa, anche riguardo dell’inchiesta giudiziaria in corso. E poi, dato che per natura lui è una persona combattiva, mi ha esortato a resistere”.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan