Movimento 5 Stelle dice no a Di Pietro. Scanderebech attacca Grillo: “E’ un problema per la democrazia e lo sviluppo”

Beppe Grillo (foto Facebook official)

 

 

MOVIMENTO 5 STELLE – La spaccatura tra Italia dei Valori e Partito democratico era nell’aria già da diverse settimane ed è stata ufficializzata dalla proposta di Antonio Di Pietro a creare un’alleanza con uno dei ‘nemici’ più acerrimi di Pier Luigi Bersani. L’ex pm aveva proposto di unire i ‘non allineati’ Idv, Sel e M5S, ma Beppe Grillo smorza subito gli entusiasmi pre-elettorali in appendice a un post comparso sul suo blog: “Il Movimento 5 Stelle non si alleerà con nessun partito per le prossime elezioni e non ha ricevuto proposte da parte di alcuno”. Una dichiarazione che non lascia spazio a fraintendimenti ma che, forse, lascia spazio a future ipotesi di collaborazione in Parlamento.

Ma stavolta a bacchettare l’ex comico ligure ci pensa il deputato di Fli, Deodato Scanderebech, che lo giudica un problema per la democrazia e lo sviluppo italiano: “Grillo afferma che non si allea con nessuna forza politica e che nessuno lo ha cercato – ammonisce Scanderebech -. Bene fanno le forze politiche democratiche a mantenersi lontane dal M5S perchè Grillo strumentalizzando il malessere sociale rappresenta un problema per la democrazia e lo sviluppo italiano. L’incertezza sul futuro della politica italiana, che influisce sull’andamento altalenante dei mercati, è determinato anche, ma potremmo dire soprattutto, dalla possibilità che nel 2013 i grillini entrino in Parlamento portando avanti politiche demagogiche e destabilizzanti”. E conclude con un affondo alla persona di Grillo: “È meglio che continui ad arricchirsi facendo il mestiere del comico che ben gli riesce e la smetta di strumentalizzare i poveri cittadini che stanno portando avanti il fardello dei sacrifici mentre lui da riccone si gode le vacanze in lussuose dimore”.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan