Allarme caldo e incendi, Coldiretti: “A rischio oltre 10 milioni di ettari di boschi”

Un Canadair in azione sui boschi di Nuoro (Getty Images)

 

 

ALLARME CALDO E INCENDI – Coldiretti lancia l’allarme incendi in seguito al caldo torrido che continuerà ad attanagliare l’Italia anche per l’intera settimana prossima, con temperature massime che sfioreranno anche picchi di 40° C. Rispetto al 2011 gli incendi boschivi sono raddoppiati, con in media un incendio all’ora per un totale di 5375 dall’inizio dell’anno.

“A rischio c’è un patrimonio di oltre 10 milioni e 400 mila ettari di superficie forestale che negli ultimi 20 anni è aumentata di circa il 20 per cento – ha avvertito Coldiretti – ma il fuoco colpisce anche le coltivazioni agricole aggravando il bilancio dei danni del caldo e della siccità che hanno provocato perdite stimate dalla Coldiretti in un miliardo all’agricoltura italiana”.

Spesso le fiamme non vengono generate da piromani, ma dal comportamento ‘distratto’ e ‘inconsapevole’ di persone che decidono di trascorrere una giornata a contatto con la natura. A tal proposito Coldiretti ha reso noto il vademecum ‘salva boschi’: “La prima regola per evitare l’insorgenza di un incendio nel bosco è quella di evitare di accendere fuochi non solo nelle aree boscate – ha ricordato Coldiretti -, ma anche in quelle coltivate o nelle vicinanze di esse, mentre nelle aree attrezzate, dove è consentito, occorre controllare costantemente la fiamma e verificare prima di andare via non solo che il fuoco sia spento, ma anche che le braci siano completamente fredde”.

“Soprattutto nelle campagne – ha precisato Coldiretti – non gettare mai mozziconi o fiammiferi accesi dall’automobile e nel momento in cui si è scelto il posto dove fermarsi verificare che la marmitta della vettura non sia a contatto con erba secca che potrebbe incendiarsi. Inoltre non abbandonare mai rifiuti o immondizie nelle zone boscate o in loro prossimità e in particolare, evitare la dispersione nell’ambiente di contenitori sotto pressione (bombolette di gas, deodoranti, vernici, ecc.) che con le elevate temperature potrebbero esplodere o incendiarsi facilmente”.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan