E’ arrivato Lucifero, l’Italia ‘bolle’ a 40°. Ecco come si assegnano i nomi agli anticicloni

Un turista trova refrigerio nella fontana di Trevi (Getty Images)

 

 

ANTICICLONE LUCIFERO – Per tutta la settimana la penisola italiana sarà nella morsa di ‘Lucifero’, l’anticiclone africano che si estende per 1.500 km in latitudine e 2.000 km in longitudine, creando una cappa di afa record e temperature che potrebbero superare anche i 40° C. Secondo i meteorologi sarà la settimana più calda dell’estate, basti pensare che a Bolzano si toccheranno i 37 gradi, il valore più alto degli ultimi cento anni. A partire da mercoledì si aggiungerà l’aggravante dell’umidità che, aumentando per via dei venti di scirocco, inasprirà la sensazione di afa. Caldo e siccità continueranno ad oltranza fino alla fine del mese di agosto al Centrosud, mentre al Nord, dopo qualche sporadica pioggia attesa già per il 23, proprio tra domenica sera e lunedì giungerà una prima perturbazione più organizzata con forti temporali.

 

Ma forse in molti si chiederanno come vengono assegnati i nomi a questi anticicloni provenienti dall’Africa. Ed ecco svelato il mistero: a partire dallo scorso aprile, il sito IlMeteo.it ha iniziato ad affibbiare nomi che sono stati ripresi con successo crescente dai mezzi di comunicazione. Il direttore del sito, Antonio Sanò, dice che i nomi vengono scelti attraverso il forum del sito e su Facebook, aggiungendo che le persone che hanno scelto il nome ‘Minosse’ sarebbero state circa 200 mila. Un’iniziativa che però ha causato qualche polemica da parte dell’ormai celebre colonnello Giuliacci, secondo cui le procedure di assegnazione dei nomi non sono riconosciute ufficialmente, nè è stabilito con chiarezza quali caratteristiche deve avere un fenomeno per ricevere un proprio appellativo. Fatto sta che questa settimana gli italiani, soprattutto quelli che si trovano in città, subiranno le “pene dell’inferno”…

 

Luigi Ciamburro

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan