Allarme incendi, situazione critica in Campania. Coldiretti: strage di 14 milioni di animali

Un Canadair in azione sulla Sardegna (Getty Images)

 

 

ALLARME INCENDI – Sarà colpa del gran caldo e degli anticicloni africani che tengono sotto ‘assedio’ la nostra penisola, ma in queste settimane l’Italia deve fare i conti non solo con l’afa, ma anche con il rischio incendi che divampano con una frequenza di uno per ogni ora. Basti pensare che nella sola giornata di ieri sono state inviate ben 39 richieste di intervento aereo e la situazione più allarmante si registra in Campania, dove ieri sono stati contati ben 46 roghi che hanno impegnato i mezzi e il personale del Corpo forestale dello Stato. E c’e’ chi ha ben chiare le idee su questa nuova emergenza. ”Prima – ha spiegato Angelo Marciano, vicequestore aggiunto del Corpo, attuale comandante provinciale di Benevento – c’era più gente che si prendeva cura di boschi e campagne. Oggi la terra è abbandonata e in queste condizioni le fiamme si propagano facilmente”.

In Campania la zona più colpita degli incendi, oggi, è stata il Salernitano. Problemi a Sala Consilina ma anche a Sarno, Ascea, Vallo della Lucania e Positano. ”Serve più controllo e prevenzione e ci vogliono condanne più dure per chi appicca i roghi” ha commentato il presidente della Regione, Stefano Caldoro.

In ginocchio anche la Calabria, dove un incendio è scoppiato nel territorio del comune di Longobucco, ai confini del Parco nazionale della Sila, una zona già martoriata dai roghi negli ultimi giorni. Sul posto sono intervenuti tre canadair e un elicottero della protezione civile oltre alle squadre a terra. Complessivamente, sono una quarantina gli incendi attivi ieri in Calabria. In Puglia intervento aereo a Celle San Vito, in provincia di Foggia, dove è scoppiato un incendio di vaste proporzioni nei boschi della zona.

Ma roghi sparsi si verificano anche al Nord, a cominciare dal Carso triestino, nella zona di Prosecco, o sulle colline di Firenze, mentre la Provincia di Milano corre ai ripari vietando barbecue per tutto il fine settimana all’Idroscalo. Intanto la Coldiretti fa la conta dei danni: a causa degli incendi si è già verificata una strage di 14 milioni di animali tra mammiferi, uccelli e rettili che popolavano i boschi italiani andati in fumo dove sono peraltro migliaia le varietà vegetali danneggiate come i boschi di querce, di faggio, di castagno, di cerro.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan