Celebrazioni 11 settembre 2001, Obama: “Siamo più sicuri ma restiamo vigili”

Ground Zero (getty images)

Nel dodicesimo anniversario dell’attentato alle Torri Gemelle, l’America ricorda le vittime degli attacchi terroristici dell’11 settembre del 2001 che causarono la morte di 2.752 persone, tra queste 343 vigili del fuoco e 60 poliziotti.

A New York, nell’ambito della cerimonia di Ground Zero, come consuetudine sono stati letti i nomi delle vittime degli attacchi alle Torri Gemelle.
Tra le autorità presenti: il sindaco uscente della Grande Mela, Michael Bloomberg, Chris Christie, governatore del New Jersey, Andrew Cuomo, governatore di New York e Rudolph Giuliani, sindaco di New York all’epoca degli attentati.

In ricordo della tragedia, dei fasci di luce sono stati proiettati sul World Trade Center, dove si erge la Freedom Tower, una delle quattro torri che saranno erette in memoria dell’attacco.

Attesa per oggi la manifestazione “Table of Silence Project”, che vedrà la partecipazione di 100 ballerini vestiti di bianco che si esibiranno al Lincoln Center di New York.

Un’altra cerimonia si è svolta alla Casa Bianca alla quale hanno partecipato il presidente Barack Obama e il vice presidente Joe Biden, accompagnati dalle mogli Michelle e Jill osservando un minuto di silenzio all’ora dell’impatto.
“È un onore essere qui con voi per ricordare la tragedia di 12 anni fa”, ha dichiarato il presidente americano Obama che si è poi rivolto ai familiari delle vittime sottolineando che “le vostre vite sono un tributo” al riguardo delle persone che sono morte.

Il presidente americano Barack Obama parteciperà anche ad una commemorazione al Pentagono a Washington, dove si schiantò il terzo velivolo di linea.

In un’intervista rilasciata alla Cnn il presidente ha affermato che “ora l’America è più sicura di quanto lo fosse prima dell’11 settembre. Anche se ci sono ancora delle minacce. Soprattutto fuori dal suolo americano. Dobbiamo quindi restare vigili. Non dimenticheremo mai coloro che abbiamo perso”, ha poi concluso Obama.

Redazione