Sydney: ragazzo italiano precipita nella tromba dell’ascensore e muore

Il Teatro dell'Opera sulla baia di Sydney, Australia (Foto Getty Images)

Un ragazzo italiano di 26 anni, Andrea Benedetti, è deceduto ieri pomeriggio precipitando nella tromba dell’ascensore in un condominio di Sydney, in Australia.

Stando a quanto riporta il quotidiano australiano Daily Telegraph i familiari di Sassuolo sarebbero già stati avvertiti dalle autorità.

Secondo le prime ricostruzioni, il ragazzo era all’interno dell’ascensore con tre suoi coinquilini. Quando l’ascensore si è bloccato tra il settimo e l’ottavo piano, Benedetti e i suoi amici avrebbero forzato l’apertura metallica della porta creando un varco di una trentina di centimetri da dove si sarebbe intrufolato il ragazzo italiano. Nel tentativo di dare l’allarme, Benedetti sarebbe scivolato nella tromba dell’ascensore. Nell’impatto il ragazzo è morto sul colpo.

Il quotidiano australiano ha riportato lo sconforto dei suoi amici che da tre mesi condividevano con lui la casa.

Roula Ghosum, l’amministratore del palazzo situato nel quartiere centrale di Haymarket, ha invece sottolineato che il ragazzo sarebbe ancora vivo se avesse aspettato l’arrivo dei tecnici, che dal momento del blocco dell’ascensore avrebbero impiegato solo qualche minuto per arrivare.

La polizia intanto ha avviato le indagini sulla morte del giovane. Al momento non ci sarebbero sospetti sulle circostanze dell’incidente. Un portavoce delle forze dell’ordine avrebbe dichiarato che è ancora troppo presto per stabilire se il fattore alcool abbia contribuito o no alla caduta mortale di Benedetti.

Redazione