Irlanda, Trapattoni lascia: ”Ma non mi ritiro”

Giovanni Trapattoni (Getty Images)

 

Dopo 5 anni Giovanni Trapattoni lascia la panchina dell’Irlanda e si dimette, all’indomani della sconfitta con l’Austria che impedirà ai ‘verdi’ di partecipare al Mondiale brasiliano. Ma il 74enne tecnico di Cusano Milanino non ha nessuna intenzione di ritirarsi: ”Ringrazio tutti i tifosi che ci sono stati accanto in questi 5 anni e mezzo – dice il Trap -. È stato grandioso lavorare in queste tre campagne di qualificazione e con questo gruppo di giocatori. Auguro loro il meglio per il futuro e spero che il lavoro fatto possa essere una buona base per il mio successore. Ci siamo lasciati con le lacrime agli occhi. Sono stati anni stupendi e ricchi di emozioni. Il bilancio lo ritengo positivo, siamo arrivati a un passo dal Mondiale 2010 ma siamo stati scippati (il riferimento è al gol di mano di Henry nello spareggio con la Francia, ndr ), l’Europeo del 2012 ci ha visto protagonisti di una storica qualificazione, dopo ben 24 anni. Verso il Mondiale del Brasile siamo stati anche sfortunati ma questa è una nazionale giovane. Nessun rammarico, l’avventura si è chiusa con grande affetto. Il futuro? Guardo ad altre possibili panchine”.

Marco Orrù