Sondaggi elettorali: torna intorno al 20% il M5S, tengono Pd e Pdl

Manifesti elettorali (Getty Images)

Le urne sembrano un incubo che si affaccia a giorni alterni nella politica italiana, con Pd e Pdl sull’orlo della crisi per il caso Berlusconi, ma gli istituti di sondaggi non si fermano e come ogni settimana rendono pubbliche le intenzioni di voto degli italiani. Stamattina il sondaggio confezionato da Swg per Agorà, contenitore politico e sociale di Raitre, segnala una crescita del Movimento 5 Stelle, che si riporta sopra il 20%, dopo settimane difficili in cui aveva accusato la caduta, mentre restano pressochè stabili il Pdl e – distanziato di un paio di punti percentuali – il Pd.

Queste le intenzioni di voto secondo il sondaggio Swg-Agorà: Pdl 28,0%. PD 26,0%. M5S 20,5%. SEL 4,8%. LEGA 4,6%. SCELTA CIVICA 4,1%. FDI 2,2%. RIF. COM. 1,8%. LA DESTRA 1,3%. UDC 1,2%. IDV 1,1%. A cedere il passo, secondo Swg, sono soprattutto Sel e l’Udc, mentre riprende quota, in parte, Scelta Civica. Tengono la Lega Nord e Fratelli d’Italia.

Questi invece i dati di Lorien Consulting per Italia Oggi: primo partito è il Pd al 29%, seguito dal Pdl al 25,8%; anche qui il Movimento 5 Stelle viene dato in crescita rispetto alle scorse settimane, al 19%; Scelta Civica e Sel sono appaiate al 5,5%, mentre la Lega Nord è al 4,2% e Fratelli d’Italia è al 3%. Male l’UDC al 2,1% e le liste comuniste, date all’1,5%.

Redazione online