Ue, Rehn bacchetta l’Italia: serve stabilità politica

Il Commissario europeo agli Affari Economici Olli Rehn (Foto: FREDERICK FLORIN/AFP/Getty Images)

Richiamo all’Italia sulla stabilità politica e sulle riforme da parte dei vertici dell’Unione europea. Oggi, in occasione della riunione dell’Eurogruppo a Vilnius, in Lituania, il commissario Ue agli affari economici Olli Rehn ha detto: “Gli ultimi dati economici sull’Italia non sono buoni, per assicurare il ritorno della ripresa è essenziale la stabilità politica” e che il nostro Paese prosegua sulla strada delle riforme. “L’Italia è scossa da turbolenze politiche, siamo tutti consapevoli che il governo di recente ha preso chiari impegni e sta andando avanti, ma ora è importante che eviti l’instabilità politica e si concentri sulle riforme economiche, perché questo è quello che le serve”, ha sottolineato Rehn, come riporta l’agenzia Ansa.

Al commissario europeo ha fatto eco il presidente dell’Eurogruppo, il ministro delle Finanze olandese Jeroen Dijsselbloem, che ha dichiarato: “Per l’Italia la cosa più importante è la stabilità politica”.

In merito ai dati economici non buoni per l’Italia, c’è il calo del Pil dello 0,2% nel secondo trimestre 2013 segnalato da Eurostat.
Redazione