Cgil: in 5 anni di crisi quasi 5 miliardi di ore di cassa integrazione

Manifestazione per il lavoro (Foto: DAMIEN MEYER/AFP/Getty Images)

I dati pubblicati dalla Cgil sulle ore di cassa integrazione autorizzate in questi anni di crisi sono impressionanti: in cinque anni, dall’inizio della crisi economica internazionale nel settembre del 2008, con il crack di Leheman Brothers, ad agosto 2013 le ore di cassa integrazione richieste e autorizzate sono state quasi 5 miliardi, ovvero 4 miliardi e 960 milioni. Lo ha comunicato l’Osservatorio Cig della Cgil, sottolineando che gli anni che hanno fatto registrare il record sono stati il 2010 e il 2012 con più di un miliardo di ore ciascuno.

Cifre spaventose che restituiscono bene l’immagine della gravità della crisi economica e della perdita di redditto per i lavoratori, quelli tutelati, perché quelli non tutelati non hanno potuto beneficiare nemmeno di questo ammortizzatore sociale, ma hanno perso direttamente il lavoro.

Nel mese di agosto 2013, fa sapere l’Osservatorio Cig della Cgil, sono state chieste e autorizzate 75.344.223 ore di cassa integrazione. Un dato che ha segnato un calo del 6,56% rispetto al precedente mese di luglio. Nei primi otto mesi del 2013, le ore di cassa integrazione autorizzate hanno registrato nel complesso un calo dello 0,36% rispetto allo stesso periodo del 2012. Sale però la cassa integrazione ordinaria che da gennaio ad agosto 2013 ha raggiunto le 227.692.892 ore, con un incremento del 7,36% rispetto a gennaio-agosto del 2012. Ad agosto di quest’anno comunque la cig ordinaria è scesa 66,87% rispetto a luglio, totalizzando 8.378.468 ore.

Redazione