Roma, bambina morta a Tor Vergata: sequestrato catetere. Funerali entro lunedì

La famiglia Ascia

Nell’ambito delle indagini sulla morte della bambina di due anni e mezzo, Gloria Ascia, che soffriva di anemia fasciforme per cui si era stata portata a Roma per un intervento di trapianto di midollo osseo, i carabinieri della stazione di Tor Vergata hanno sequestrato il catetere applicato alla bambina durante l’operazione per accertare se fosse stato compatibile con gli organi della piccola e se abbia causato danni alla vena che ha provocato l’emorragia ad un polmone e il conseguente decesso della bambina.

Inserite nel registro degli indagati sette persone tra cui medici e infermieri del Policlinico di Tor Vergata con l’accusa di omicidio colposo, in quanto secondo le prime ricostruzioni, i carabinieri stanno accertando se vi sia stato un adeguato monitoraggio da parte dell’equipe medica nella fase post operatoria.

Stando a quanto riporta LaRepubblica, il padre della bambina ha ottenuto l’autorizzazione per portare la salma della figlia in Sicilia dove, domani o al più tardi lunedì, si svolgeranno i funerali: “Ora sono in viaggio verso casa – ha affermato il padre – al mio arrivo decideremo quando dare l’ultimo saluto alla piccola. Credo già domani o al massimo lunedì?”.

Redazione