Violenza nei confronti della moglie, denunciato l’ex campione del mondo Liliam Thuram

Liliam Thuram (FRANCK FIFE/AFP/Getty Images)

L’ex calciatore Lilian Thuram, volto noto a livello mondiale per le sue battaglie antirazziste, sarebbe stato accusato dalla moglie, Karine Le Marchand, 45 anni, nota presentatrice televisiva, di violenza domestica, attraverso una denunciata presentata il 4 settembre al commissariato del sedicesimo arrondissement parigino, periferia ovest della capitale francese. La donna, anch’essa molto nota e amata dal pubblico televisivo francese, si era già espressa qualche settimana fa sulla fine del matrimonio – iniziato nel 2007 – con il campionissimo, vincitore nel 1998 della Coppa del Mondo di calcio, dal quale aveva avuto due figli, Képhren e Marcus.

Amare le parole della Le Marchand pronunciate in diretta tv: “Non voglio più parlarne. Non c’è più nulla da dire sulla nostra storia”. La vicenda è stata resa nota nei giorni scorsi dal rotocalco Closer e poi confermata, proprio oggi, dall’agenzia di stampa Afp. Secondo quanto ricostruito dal settimanale, l’ex campione di calcio, oggi 41enne, avrebbe preso la moglie per i capelli provando a scaraventarla contro il frigorifero di casa. Closer ha poi aggiunto che non si tratterebbe del primo litigio all’interno della coppia.

Thuram, molto noto nel nostro Paese per aver vestito le maglie del Parma e soprattutto della Juve, nel ruolo di difensore centrale, ha il record di presenze nella Nazionale transalpina, con la quale ha appunto conquistato un titolo mondiale e due anni dopo un Europeo di calcio. Nel suo curriculum calcistico italiano ci sono tre scudetti con la Juventus, di cui uno revocato, tre Supercoppe italiane, una col Parma e due coi bianconeri, una Coppa Italia e una Coppa Uefa, entrambe conquistate con gli emiliani.

Nel corso degli anni, Thuram, che è anche ambasciatore Unicef e che dovrebbe essere insignito nei prossimi giorni della Legione d’Onore, si è schierato contro le prese di posizione contro i calciatori di colore del politico francese Jean-Marie Le Pen e a favore delle rivolte nelle banlieue. Le sue esperienze contro il razzismo lo hanno portato alla pubblicazione di un libro, diffuso anche nel nostro Paese con il titolo “Le mie stelle nere”.

Redazione online