Agguato nel tarantino, spara due volte in poche ore alla convivente 20enne

Particolare di un'auto dei caraninieri (Getty Images)

Doppio agguato a Statte in provincia di Taranto; protagonisti due giovanissimi conviventi, che da circa un mese avevano deciso di andare a vivere insieme. Ieri sera, il giovane uomo, un 24enne del posto, aveva sparato per la prima volta alla compagna 20enne, perforandole un rene, al termine di una violentissima lite. Probabilmente spaventata dalle conseguenze che il gesto potesse avere per l’uomo, la ragazza ha deciso di non chiamare i soccorsi.

Stamattina, poi, non pago di quanto avvenuto la sera prima, il 24enne è tornato a sparare contro la convivente, stavolta destandola dal sonno con un proiettile che la colpisce al torace. A questo punto la giovane donna chiede aiuto alla madre ed entrambe scappano dalla furia omicida del giovane, che si lancia all’inseguimento delle due, probabilmente per impedire un tentativo di denuncia, finendo per speronare la vettura sulla quale erano a bordo.

Sul posto, sopraggiungono i carabinieri, che riescono a strappare le due donne dal 24enne, che prova a nascondere la pistola, una calibro 22, negli slip. L’uomo viene arrestato e la 20enne è stata immediatamente caricata su un mezzo del 118. Ora si trova ricoverata in prognosi riservata all’ospedale SS Annunziata di Taranto.

Redazione online