Decadenza Berlusconi, Di Maio (M5S): “Dobbiamo uscire dall’aula”, poi rettifica

Di Maio con alcuni suoi colleghi (Giorgio Cosulich/Getty Images)

Intervenendo sul proprio profilo Facebook in merito alla decadenza di Silvio Berlusconi, il vicepresidente della Camera dei Deputati ed esponente del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, ha sostenuto: “La mia opinione è che il Movimento 5 Stelle dovrebbe uscire dall’aula e lasciare PD e PDL da soli a scannarsi durante la votazione. Siamo alla resa dei conti. Grazie al Movimento 5 Stelle non hanno più scuse per salvarsi a vicenda. La seconda repubblica è agli sgoccioli”.

Qualche ora dopo, Di Maio – rispondendo alle polemiche sulla sua presa di posizione – ha chiarito: “In merito all’uscita dal Senato per la votazione sulla decadenza di Berlusconi, la strada maestra è e resta quella di modificare il regolamento come proposto dal gruppo al Senato. Il mio era solo un personale auspicio di vederli in quell’aula da soli di fronte alla loro ipocrisia e finalmente portarli allo scoperto impallinandosi a vicenda. Come il finale delle iene”.

Ha aggiunto Di Maio: “La strada scelta dai nostri senatori M5S è quella maestra. Chi prova a mettrerci l’uno contro l’altro dicendo che io abbia chiesto ai senatori di uscire dall’aula ha sbagliato persone. E soprattutto forza politica. Come al solito se non fosse per la nostra presenza in Parlamento, Berlusconi e i suoi accoliti avrebbero ancora una volta vita facile”.

Redazione online