Val di Susa blindata: saranno inviati altri 200 militari

Val di Susa, No Tav (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

In seguito ai sabotaggi dei giorni scorsi, con attentati incendiari ad aziende che lavorano nel cantiere della linea ferroviaria ad alta velocità (Tav), il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza ha deciso di inviare altri 200 militari a rinforzo degli agenti che già presidiano la Val di Susa.

La decisione è stata presa oggi, durante la riunione del Comitato presieduta dal Ministro dell’Interno Angelino Alfano. “Dopo un’approfondita analisi delle manifestazioni di protesta e dei recenti episodi di danneggiamento a carico di alcune imprese, il Comitato ha evidenziato la necessità di tenere alto il livello di attenzione e vigilanza”, si legge in una nota del Viminale.

Il nuovo contingente si aggiunge ai 215 militari Alpini già stanziati a difesa della recinzione del cantiere della Tav.

Gli attentati incendiari dei giorni scorsi sono stati attribuiti a gruppi No Tav.

Redazione