Yemen, assalti Al Qaeda contro obiettivi militari: una cinquantina di morti

Sicurezza yemenita (Getty images)

Nello Yemen si sono verificati una serie di attentati a distanza di poche ore e nei quali si contano una cinquantina di morti.
L’attentato più grave è stato sferzato contro due accampamenti militari, nella provincia di Shabwa, nel Sud est del paese dove un gruppo di ribelli avrebbero aperto la strada a due kamikaze che a bordo di altrettante automobile si sono fatti poi esplodere.
Secondo un primo bilancio le esplosioni hanno provocato la morte di quaranta persone: un numero provvisorio in quanto molti feriti sono in condizioni gravi.

Sempre nel Sud del paese, un gruppo armato ha condotto un attacco armato contro una pattuglia delle unità speciali della polizia a Mayfaa: almeno 10 soldati sono stati uccisi mentre i ribelli sono poi scappati a bordo dei veicoli delle forze di sicurezza.

Secondo le fonti della sicurezza yemenita, gli attacchi sono ad opera dei membri di al Qaeda presenti nella penisola arabica. Una notizia che, come riferisce Rainews, sarebbe stata confermata dal nucleo terroristico che avrebbe già rivendicato gli attentati.

Redazione