Brunetta tifa per l’ingresso del partito anti-euro nel Parlamento tedesco

Renato Brunetta (Getty Images)

Il capogruppo del Pdl al Senato, Renato Brunetta, è intervenuto oggi alla trasmissione di Rai Tre condotta da Lucia Annunziata, In mezz’ora. L’intervista rilasciata dall’ex ministro del governo Berlusconi si è concentrata su questioni politiche di carattere interno e su temi di politica estera. In particolare, Brunetta è stato invitato a commentare l’evento che in queste ore sta catalizzando l’attenzione della maggior parte dei cittadini dell’Unione Europea: l’elezione per il rinnovo del Bundestag tedesco.

A questo riguardo le parole del pdellino sono destinate a fare scalpore, dato che netto è stato il sostegno all’entrata in parlamento dell’AFD, il partito anti-europeista che chiede l’uscita della Germania dall’eurozona. “Spero che il partito antieuropeo entri in Parlamento, così la Merkel sarà costretta a fare una grande coalizione”, ha affermato Brunetta ai microfoni di Annunziata.

In merito alla politica italiana, inevitabile era una dichiarazione sul caso Saccomanni. Dopo aver invocato in altre occasioni le dimissioni del tecnico dal Ministero dell’Economia, oggi Brunetta ha moderato i toni ed ha detto: “Siamo tutti con Letta e Saccomanni affinché non aumenti l’Iva e non si paghi la seconda rata dell’Imu“.

Altro tema affrontato quello del passaggio delle grandi navi da crociera nei pressi della laguna di Venezia. “Sulle navi che passano per Venezia si basa parte della ricchezza della città. Il passaggio va regolato”, ha detto il capogruppo riferendosi alle proteste che ieri hanno animato il capoluogo veneto in corrispondenza del transito di una decina di navi nelle acque antistanti piazza San Marco.

Redazione online