Debito Alitalia: Air France vorrebbe partecipare alla ricapitalizzazione

Particolare di un aereo Alitalia (Getty Images)

Sono ore importanti queste per il destino di Alitalia, la compagnia di bandiera italiana con importanti problemi di bilancio che, così come successo a Telecom – la società ceduta oggi all’iberica Telefonica – potrebbe essere acquisita, anche solo parzialmente, da un colosso internazionale. Secondo quanto sostenuto dalla testata francese “Les Echos”, Air France avrebbe dimostrato interesse a comprare una parte cospicua delle azioni di Alitalia e contribuire, in questa maniera, a serrare i buchi del debito della compagnia italiana.

“Per limitare i rischi, Air France-Klm sarebbe pronta a partecipare a una ricapitalizzazione di Alitalia e ad acquistare i titoli che non trovano acquirenti, in modo da assicurarsi il controllo della compagnia ma senza passare la soglia del 50%, al fine di non dover consolidare il debito di Alitalia”, ha scritto “Les Echos” lanciando la notizia.

La compagnia di bandiera italiana, al centro nel 2008 di una discussa operazione di salvataggio operata dal governo Berlusconi, sarebbe in rosso per 1,1 miliardi di euro.

Nel frattempo, quando ancora non sono decise le mosse di Air France, i casi di Alitalia e di Telecom irrompono nel panorama politico. Luigi Zanda, capogruppo del Partito Democratico al Senato, ha chiesto che il governo riferisca al più presto in Parlamento. “Le vicende contestuali di Alitalia e Telecom rappresentano in modo impietoso l’esito di una lunga catena di errori in gran parte dovuti all’assenza ventennale di una politica industriale e, conseguentemente, alla prevalenza degli interessi privati sugli interessi pubblici. E’ necessario che il governo venga al più presto in Senato a riferire sul grave declino del sistema industriale italiano che coinvolge due imprese strategiche per i nostri servizi pubblici”.

Redazione online