Enrico Letta: “Difficile gestire governi di grande coalizione”

Enrico Letta (Getty Images)

Intervenendo al Council on Foreign Relations di New York, il presidente del Consiglio italiano Enrico Letta, tornando sul tema della stabilità del suo esecutivo, ha sostenuto: “So che nei media globali Berlusconi è uno dei temi preferiti; sono certo che troveremo soluzioni nel rispetto del diritto e sono certo che la stabilità prevarrà”. Ha aggiunto il premier: “Noi siamo impegnati nel cercare di fare del nostro meglio per l’Italia. I governi di grandi coalizioni non sono mai facili da gestire”.

Rispetto alla stabilità dell’esecutivo, Letta ha spiegato: “E’ come discutere di dove arriverà la primavera araba, io spero solo che prevalga il desiderio di stabilità. La legge che stiamo per presentare contiene un programma di bilancio molto importante, che prevede anche un consistente taglio delle tasse sul lavoro, che per l’Italia è un punto cruciale”.

“Sono ottimista per il futuro della crescita in Italia, perche’ le misure prese negli ultimi anni avranno conseguenze positive”, ha avanzato ancora il premier, convinto che “serve un nuovo approccio europeo. Se l’Europa è solo tasse, austerity, recessione, senza nessuna luce in fondo al tunnel, è impossibile convincere le persone a compiere i sacrifici necessari”. Per questo, “dopo le elezioni tedesche non ci sono più alibi: dobbiamo mettere la crescita al centro nella Ue”.

Redazione online