La spagnola Telefonica compra Telecom Italia

Logo Telecom Italia (Foto di PACO SERINELLI/AFP/Getty Images)

Ancora una società italiana che finisce in mani straniere. Questa volta è toccato alla compagnia telefonica Telecom Italia che è stata acquistata dalla spagnola Telefonica, già azionista di Telecom. Nella notte la compagnia spagnola ha raggiunto un accordo con Intesa Sanpaolo, Mediobanca e Generali, i soci italiani di Telco, la holding che controlla Telecom Italia con il 22,4% del capitale. In base all’accordo, Telefonica aumenterà la sua partecipazione sociale in Telco dal 46% al 66%, sottoscrivendo un aumento di capitale per 323 milioni di euro, a 1,09 euro per azione. Le altre partecipazioni sociali in Telco saranno così suddivise: Mediobanca al 7,34%, Intesa Sanpaolo a 7,34% e Generali al 19,32%. In base all’accordo la nomina di presidente e amministratore delegato rimane ai soci italiani.

In un secondo momento, dopo il via libera dell’Antitrust di Brasile e Argentina, dove Telecom controlla alcune società, Telefonica realizzerà un altro aumento di capitale da 117 milioni di euro, fino ad arrivare al 70% della holding.

La società spagnola fa sapere comunque che manterrà i diritti di voto in Telco spa all’attuale 46,1%, anche dopo i due aumenti di capitale. Diritti di voto che dal 1 gennaio 2014 potrebbero salire al 64,9%. Sempre a partire da questa data Telefonica potrà acquistare (opzione call), il 100% di Telco.

Con la cessione di Telecom alla spagnola Telefonica non ci sarà più in Italia un operatore telefonico italiano.

Redazione