L’Ue festeggia la Giornata europea della lingua

Come ogni anno dal 2001, nella giornata del 26 settembre, l’Unione Europea festeggia “La Giornata della lingua”.
In questa occasione, la città di Vilnius, in Lituania, ospiterà dal 25 al 26 settembre, un importante convengno dal titolo “Unità nella diversità: le lingue per la mobilità, il lavoro e la cittadinanza attiva“, organizzato dalla Commissione europea sotto gli auspici del Commissario per il multilinguismo Androulla Vassiliou.

Come riporta Adnkronos, in Europa vi sono 24 lingue ufficiali e oltre 60 comunità autoctone che parlano una lingua regionale o minoritaria. Numeri ai quali si aggiungono le lingue dei numerosi cittadini originari di altri paesi e continenti.
Stando quanto racconta il linguista Tullio De Mauro all’agenzia stampa, questa varietà è considerare “una risorsa irrinunciabile”: “Per il funzionamento dei meccanismi formali e giuridici dell’Unione europea quello di affrontare una pluralità di lingue è un problema, visto che la norma generale prevede che tutti i cittadini dell’Ue possano avere i documenti e gli atti nella propria lingua”.
Ma non solo secondo De Tullio, “per favorire la comunicazione tra gli Stati, sarebbe opportuno per il linguista ripristinare nella scuola di base lo studio di almeno due lingue europee oltre all’inglese, come fanno già molti Paesi, come l’Italia aveva iniziato a fare nel 2001 e purtroppo ha poi smesso, tanto che nella scuola di base si studia solo l’inglese”.

Redazione

Ecco il sito: European Day of Languages