Piacenza: donna uccisa in casa dal compagno, che poi tenta il suicidio

Un carabiniere e l'auto di ordinanza (Franco Origlia/Getty Images)

Grave tragedia stamattina all’alba a Castelvetro Piacentino, paese di 5mila abitanti al confine con la provincia di Cremona. Una donna è stata strangolata in casa dal suo compagno, un uomo di 53 anni, che l’avrebbe poi soffocata con un cuscino in faccia. L’assassino avrebbe poi tentato il suicidio. A dare l’allarme ai carabinieri, che sono poi giunti nell’abitazione per effettuare i rilievi di rito, il figlio ventenne della donna, rientrato in casa intorno alle 6.30 di stamattina.

Il pronto intervento delle forze dell’ordine e dei mezzi di soccorso del 118 hanno evitato che la tragedia avesse conseguenze peggiori. I vicini hanno riferito di aver spesso sentito la coppia litigare in casa nelle ultime settimane. Sul luogo del delitto anche il sostituto procuratore Antonio Colonna. L’uomo è stato posto in stato di fermo ed è ora interrogato per ricostruire i contorni della tragica vicenda.

Redazione online