Caso Barilla, Dario Fo lancia un appello al presidente dell’azienda

Dario Fo (Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

Dopo le contestate dichiarazioni di Guido Barilla, presidente della omonima multinazionale del settore alimentare, il quale in una trasmissione radiofonica ha fatto che mai farebbe “uno spot con una famiglia omosessuale. Noi abbiamo un concetto differente rispetto alla famiglia gay. Per noi il concetto di famiglia sacrale rimane un valore fondamentale dell’azienda”, il premio Nobel per la letteratura Dario Fo, protagonista di un carosello a fine anni Cinquanta che promuoveva la nota marca di pasta, ha lanciato un’appello al capo dell’azienda.

Si legge nell’appello, lanciato attraverso il portale Change.org: “Ricordo i primi spot televisivi di Barilla, a cui ho partecipato non solo come attore ma anche come autore dei testi e della sceneggiatura nonché del montaggio. Ebbero un enorme successo e, in quel tempo, ho avuto anche l’occasione di conoscere Pietro, vostro padre. Una persona piena di creatività ed intelligenza, appassionato d’arte e di cultura. In quegli spot abbiamo raccontato di prodotti che sono diventati simbolo dell’Italia e degli italiani tutti, nelle nostre case e nel mondo. La pasta soprattutto è sinonimo d’Italia, di casa e di famiglia. Per tutti”.

Prosegue la lettera di Dario Fo: “Oggi il nostro Paese è fatto di tante famiglie unite solo dall’amore delle persone che ne fanno parte. Amore che non è in grado di discriminare, che non ha confini: e l’amore, in tutto il mondo, può nascere tra un uomo e una donna, due donne, due uomini. Sull’amore si fonda una famiglia, quella che la vostra azienda racconta nella sua comunicazione. Sull’amore si fonda una casa”.

La lettera a Guido Barilla si chiude poi con un vero e proprio appello: “Lei ha modo di ridare all’Italia di oggi la possibilità di rispecchiarsi nuovamente in uno dei suoi simboli e alla sua azienda di diventare ambasciatore di integrazione e voce del presente. E chiedo quindi che lo faccia con le prossime campagne pubblicitarie del gruppo Barilla, dove la famiglia potrà finalmente essere rappresentata nelle sue infinite e meravigliose forme di questi nostri tempi”.

Redazione online