Shanghai, per la prima volta in Cina zona di libero scambio

Shanghai (Getty images)

Sarà varata a Shanghai il primo ottobre una zona di libero scambio che permetterà alle aziende di ottenere anche finanziamenti stranieri; ad annunciarlo il Wall Street Journal. Le norme saranno introdotte gradualmente nel corso dei prossimi due o tre anni.

Nel frattempo è stata pubblicata una serie di norme che regoleranno la zona di libero scambio “sperimentale” istituita a Shanghai. Si tratta della prima volta che la Cina “continentale” apre una zona di questo tipo. Nell’area di una trentina di chilometri quadrati, saranno sospese le regole locali nel campo degli investimenti. Saranno 18 i settori aperti al capitale straniero e privato, e tratteranno cultura, servizi e finanze, ma anche lo shopping.

Il cambio dello yuan che sarebbe rigidamente controllato dalle autorità cinesi è da anni una questione che crea attriti con i paesi occidentali che in parte come gli Usa accuserebbero la Cina di tenere artificiosamente svalutata la moneta per garantire un vantaggio sleale per gli esportatori cinesi

Redazione online